Agrigento

In ricordo del giudice Livatino: sistemata la stele oltraggiata (vd)

La figura del Giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia il 21 settembre 1990 alle porte di Agrigento a 37 anni, è stata ricordata stamane a Canicattì con una messa nella chiesa di S. Domenico e in contrada Gasena, luogo del mortale agguato, dinanzi alla stele danneggiata nei mesi scorsi e fatta riparare dalla sottosezione di Agrigento dell’Associazione nazionale magistrati , dalle associazioni “Amici del giudice Rosario Angelo Livatino”, “Tecnopolis” e dallo stesso Ufficio della postulazione.

La messa celebrata a Canicattì


Dunque è tornata integra la lapide dedicata al giudice Livatino pur con i segni dello sfregio che sono stati appositamente lasciati, per conservare memoria.
Alla cerimonia di ricollocazione della stele erano presenti il prefetto Nicola Diomede, i sindaci di Agrigento e Canicattì, rispettivamente Lillo Firetto ed Ettore Di Ventura, il procuratore capo Luigi Patronaggio, il questore Maurizio Auriemma, il colonnello dei carabinieri Mario Mettifogo, i rappresentanti dell’Associazione nazionale magistrati e, con Gaetano Pendolino, della “Strada degli scrittori”, https://youtu.be/37tz94IClKM
dell’Anas, e della Cmc, la società che sta eseguendo i lavori lungo la statale 640.
mi-piace

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top