Inchiesta “Pacchi.it”, truffe on line, a processo 7 licatesi: “Tentarono di truffare anche i terremotati”

Redazione

Licata

Inchiesta “Pacchi.it”, truffe on line, a processo 7 licatesi: “Tentarono di truffare anche i terremotati”

di Redazione
Pubblicato il Giu 7, 2018
Inchiesta “Pacchi.it”, truffe on line, a processo 7 licatesi: “Tentarono di truffare anche i terremotati”

Il gup del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha disposto, in accoglimento della richiesta della Procura, il rinvio a giudizio nei confronti di 7 persone, tutte di Licata, per una serie di presunte truffe online di cui sarebbero stati gli autori.

Il procedimento scaturisce dall’inchiesta denominata “Pacchi.it” che vede coinvoltiSamanta Cicatello, 29 anni, Daniela Giannone, 41 anni, Antonina Parroco, 41 anni, Alessandro Bianchi, 26 anni, Cristoforo Famà, 34 anni, Giuseppe Romano, 24 anni, Angelo Trupia, 47 anni.

I sette avrebbero messo in vendita, attraverso il web, oggetti a prezzi tracciati, tra cui anche auto e moto non di loro proprietà, utilizzando schede telefoniche temporanee e dopo la vendita e l’avvenuto pagamento, il venditore di turno spariva.

Sarebbero 33 gli episodi di truffa contestati.

Fra le persone che la banda avrebbe tentato di raggirare, in questo caso senza riuscirvi, anche un terremotato di Amatrice.
Il processo avrà inizio il prossimo 22 ottobre.

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04