Inchiesta su ex comandante caserma di Burgio: giudice rigetta eccezioni della difesa

Inchiesta su ex comandante caserma di Burgio: giudice rigetta eccezioni della difesa

0
SHARE

Il Tribunale di Sciacca ha rigettato le eccezioni degli avvocati difensori di Giuseppe Camilleri, ex comandante della stazione dei Carabinieri di Burgio, accusato di aver falsificato attestazioni di servizio e certificati di missione. In pratica di aver attestato lavoro che non avrebbe svolto e percependo somme per queste per un importo di circa 6 mila euro. Le somme sarebbero relative ad un periodo che abbracciano un arco di tempo di circa un anno e mezzo. Il giudice Intini ha sciolto la riserva nell’udienza di ieri. Secondo gli avvocati del maresciallo vi sarebbe un difetto di giurisdizione. Per la difensa infatti se a Camilleri è contestata la truffa militare allora il tribunale competente è proprio quello militare di Napoli. Se invece ciò che viene contestato al maresciallo è il falso ideologico, il giudice compentente è quello di Agrigento. Il giudice ha rigettato le tesi degli avvocati difensori di Camilleri e ha disposto di tornare in aula il 2 ottobre prossimo.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *