La cura Rigoli funziona, Akragas continua a vincere con un Madonia in...

La cura Rigoli funziona, Akragas continua a vincere con un Madonia in più

656 views
0
SHARE
Pino Rigoli

Pino Rigoli
Pino Rigoli

I biancazzurri conquistano la seconda vittoria consecutiva e finalmente sfatano il tabù Esseneto vincendo di misura su un Cosenza rimaneggiato; a decidere il match è Urban Zibert, servito alla perfezione da Madonia (per lui secondo assist decisivo nelle ultime due gare). Brutto infortunio per Thiago Chazè , tornato a giocare con continuità dopo uno stop di 3 mesi, che ha dovuto lasciare il campo anzitempo. 

L’Akragas è tornata. La squadra di Pino Rigoli torna a vincere in casa e mette in cascina punti pesantissimi per la lotta alla salvezza. Inoltre, il pareggio in extremis del Martina Franca sull’Ischia, in quello che era un vero e proprio scontro salvezza, ha permesso all’Akragas di allungare sulle dirette inseguitrici. E così la squadra di Agrigento, con il ritorno del tecnico di Raccuja, sembra esser uscita da quel pantano in cui era stata pericolosamente risucchiata. Un cambiamento secco, deciso che ha visto un miglioramento dell’interpretazione e non una rivoluzione sugli interpreti. Basti prendere l’esempio Madonia: il fantasista palermitano, dopo un girone d’andata scadente, sembra aver ritrovato l’ispirazione e la felicità di giocare e sacrificarsi. Il risultato? Due assist decisivi che pesano circa 6 punti.

Akragas vincente sul Cosenza
Akragas vincente sul Cosenza

LA PARTITA. Rigoli conferma tutte le indiscrezioni trapelate durante la settimana e decide di contrapporre al Cosenza una squadra con una solida difesa a quattro ed il ritorno di capitan Capuano nel suo ruolo naturale. Centrocampo composto da Dyulgerov e Vicente, per dare sostanza, e dall’estro di Zibert. In avanti spazio ancora una volta al tridente che domenica scorsa aveva ben figurato a Monopoli: Di Piazza, Di Grazia e Madonia. Trasferta in piena emergenza uomini, invece, per il Cosenza che si presenta ad Agrigento con ben cinque defezioni ma recupera in extremis il terzino Ciancio, in dubbio fino all’ultimo. La squadra di De Angelis, oggi squalificato e sostituito da Roselli, vive un buon momento di forma e una vittoria oggi sarebbe decisiva per puntare ai vertici della classifica. La partita, fin dalle prime battute, è bella e pimpante: dopo una primissima fase di studio le formazioni hanno dato vita a rapidi capovolgimenti di fronte in favore del pubblico dell’Esseneto che, sicuramente, ha assistito nella prima frazione ad un bel match. Il Cosenza avrebbe la possibilità di passare in vantaggio ma , sugli sviluppi di un calcio d’angolo, la palla che Tedeschi aveva indirizzato verso la porta viene toccata da un compagno di squadra in offside. Anche l’Akragas si rende pericolosa con i veloci scambi tra gli interpreti offensivi ma il primo tempo  si conclude sullo 0-0.

Logicamente, con l’inizio della seconda frazione di gara, si intuisce che gli equilibri possono cessare in qualsiasi momento. E la sensazione non viene smentita. Madonia imbecca alla perfezione Zibert che con un gran movimento di corpo riesce a liberarsi nella zona centrale dell’area di rigore e con una bel destro porta in vantaggio la squadra di Rigoli.

Il gol di Zibert
Il gol di Zibert

 

L’Esseneto, per la prima volta in stagione, vede i propri beniamini passare in vantaggio sugli avversari. Nonostante le numerose assenze il Cosenza non intende svender la pelle e, in più occasioni, si rende pericoloso dalle parti di Vono che risulta decisivo. I calabresi provano a mettere sotto pressione la retroguardia agrigentina soprattutto sfruttando i calci piazzati. E sarà proprio questo il tema dominante degli ultimi minuti di gioco della partita. Il Cosenza fa la partita e tenta fino alla fine il pareggio ma l’Akragas respinge al mittente tutti gli attacchi e, dopo cinque minuti di recupero, riesce a conquistare la seconda vittoria di fila. Unica nota negativa della giornata in casa Akragas è l’infortunio di Thiago Chazè.

Si prospetta una settimana intensa ad Agrigento. Da martedì testa al prossimo avversario in campionato , il Catanzaro, in attesa anche della sentenza, prevista per questa settimana, del processo “Dirty Soccer” in cui sono stati richiesti 4 punti di penalizzazione per i biancazzurri.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *