La famiglia Truisi: “Grazie ai magistrati e alla Polizia”

La famiglia Truisi: “Grazie ai magistrati e alla Polizia”

0
SHARE

Dopo l’arresto di tre persone accusate dell’omicidio del loro congiunto, i familiari di Angelo Truisi, il licatese di 22 anni, trovato morto ammazzato in una villetta di cotnrada Nicolizia e del cui omicidio sono stati accuasti, e per questo tratti in arresto, Salvatore Gueli, Diego Catania e Angelo Cannizzaro, hanno voluto ringraziare coloro che, grazie al loro lavoro ed al loro impegno hanno fatto luce sulla vicenda.

Lo ha fatto la zia di Angelo Truisi che ha parlato a nome dei genitori: “Per noi è un risultato importante, anche se non potrà restituirci Angelo, ma per mesi abbiamo chiesto giustizia e ora l’indagine fa chiarezza sulla vicenda. Abbiamo sempre avuto fiducia nelle forze dell’ordine e nei magistrati, ora intendiamo dire grazie a loro”

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *