La “passio” del “Salvator mundi” nella Biblioteca Lucchesiana di Agrigento

La “passio” del “Salvator mundi” nella Biblioteca Lucchesiana di Agrigento

0
SHARE
Mostra nella Biblioteca Lucchesiana

Tavola geo della Palestina
Tavola geo della Palestina
Il manifesto della Mostra
Il manifesto della Mostra
Ecce homo sorretto da angeli 1685
Ecce homo sorretto da angeli 1685
La passio del Salvator mundi
La passio del Salvator mundi
La passio del Salvator mundi
La passio del Salvator mundi
La passio del Salvator mundi
La passio del Salvator mundi
La passio del Salvator mundi
La passio del Salvator mundi

Alcune centinaia di metri e un intrico di vicoli e stradette del centro storico separano il volto tumefatto del Cristo della passione e crocifissione da quello trionfante nel fulgido barocco del Bernini in mostra  nella chiesa del monastero di Santo Spirito. Due immagini di morte e resurrezione che sono in mostra presso le due location straordinarie della nostra città.

L’esposizione della Lucchesiana, “Passio Christi. Passione, Morte e Resurrezione nei libri della Lucchesiana” aperta al pubblico fino al 30 aprile, è  stata curata dalla Soprintendenza ai Beni Culturali ed Ambientali di Agrigento con la collaborazione dell’Arcidiocesi di Agrigento e presenta opere grafiche dedicate agli ultimi momenti della vita di Gesù Cristo, ricercate tra il ricchissimo patrimonio di volumi antichi e di pregio della Biblioteca.

Torchio mistico di Jean Le Jeune 1702
Torchio mistico di Jean Le Jeune 1702

Il visitatore avrà l’occasione di ammirare, attraverso l’esposizione di incisioni realizzate con diverse tecniche di composizione e stampa, l’evolversi della rappresentazione delle vicende della Settimana Santa, lungo un percorso che si snoda dagli inizi del ‘500 alla fine dell’‘800, illustrazioni che corredano pregevoli edizioni pubblicate nelle più importanti città d’Europa, sedi nei secoli passati di prestigiose officine tipografiche di grande tradizione come Parigi, Magonza, Venezia, Anversa, Lione e Siviglia che testimoniano il valore e la varietà del patrimonio della Lucchesiana.

Altro libro  sul tema della Passio
Altro libro sul tema della Passio
Altro libro di devozione
Altro libro di devozione
Capolettera decorato con scene della Passio 1567
Capolettera decorato con scene della Passio 1567
La mostra nella Lucchesiana
La mostra nella Lucchesiana
Particolare di una pagina
Particolare di una pagina
San Francesco in adorazione del Cristo di Bartolomeo da Rinonico 1510
San Francesco in adorazione del Cristo di Bartolomeo da Rinonico 1510
Una immagine del 1555
Una immagine del 1555

Si va da Bartolomeo da Rinonico del 1510 al disegnatore Mazzi e incisore Santamaria del 1685 passando per un o straordinario medaglione del 1664 opera di Antonio del Castello e numerose xilografie  e libretti di devozione. L’evento rientra nel programma delle iniziative  previste dal direttore della Lucchesiana, Don Angelo Chillura, per il 250° anniversario della Fondazione della Biblioteca, nell’ambito delle quali verranno presentati nel corso dell’anno altri itinerari di visita tematici.

Immagine laterale della Mostra nella Lucchesiana
Immagine laterale della Mostra nella Lucchesiana
Xilografia cornice figurata con Gesù Salvator mundi ed Evangelist
Xilografia cornice figurata con Gesù Salvator mundi ed Evangelist
Maddalena scopre il sepolcro vuoto di Mazzi e Santamaria
Maddalena scopre il sepolcro vuoto di Mazzi e Santamaria
Medaglione con scene dellla crocefissione di Antonio del Castello 1664
Medaglione con scene dellla crocefissione di Antonio del Castello 1664

(fotogallery di Diego Romeo)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *