L’Akragas pareggia ad Andria e stacca il biglietto per le semifinali Scudetto

L’Akragas pareggia ad Andria e stacca il biglietto per le semifinali Scudetto

512 views
0
SHARE
Agrigentini ad Andria

stadio ulivi andria akragasTermina la fase a gironi della Poule Scudetto, il mini torneo che comprende le squadre vincenti dei nove gironi della Serie D. L’Akragas, in campo dopo la brillante vittoria sulla Lupa Castelli Romani, affrontava in serale allo Stadio Degli Ulivi la Fidelis Andria.

Alla squadra di Feola basta il minimo sindacale per conquistare il primato del girone e staccare , dunque, il pass per le semifinali. E così è stato.

Seguiti da una ventina di tifosi agrigentini, l’Akragas scende in campo con alcune novità rispetto alla “formazione tipo“: in porta torno Lo Monaco; al centro della difesa fuori Ciccio Vindigni e dentro Terminiello; sull’out di destra riposa De Rossi e spazio a Dentice. In avanti, il tridente delle meraviglie viene sostituito per due/terzi con Arena e Dezai titolari al posto di Tiscione e Meloni.

Tifosi agrigentini ad Andria
Tifosi agrigentini ad Andria

LA CRONACA. L’Akragas parte subito forte in una partita che riserverà emozioni soltanto per una mezz’ora scarsa di gioco. La restante ora di partita sarà una specie di patto di non belligeranza fra le due formazioni che si accontenteranno del pari , non brillando per intensità e gioco. Gli unici spunti, come detto, arrivano nei primi minuti e sono tutti di stampo agrigentino: Savanarola va vicinissimo allo 0-1 al 16° con una bella conclusione che si stampa sulla traversa di Cilis; passano dieci minuti e ci riprova Dezai Tresor che va vicinissimo al vantaggio con un tiro ravvicinato. Allo scadere della prima frazione le occasioni da rete diventano tre con Nicola Arena che manca clamorosamente l’appuntamento con il go.

ULTRAS AD ANDRIASECONDO TEMPO. La seconda frazione è giocata su tutti altri ritmi con tempi di gioco lenti e prevedibili. Le formazioni decidono di non affondare le offensive più del dovuto, carichi di una stagione cominciata a Giugno e non ancora terminata. Feola richiama Terminiello,Dezai e Arena e manda in campo De Rossi, Pellegrino e Meloni. La partita si conclude con il risultato finale di 0-0. Un punto che accontenta l’Akragas che, dunque, vince il proprio girone e vola in semifinale per lo Scudetto di Serie D.

SEMIFINALI SCUDETTO. Adesso, con il tabellone al completo si procederà al sorteggio per gli accoppiamenti: le squadre rimaste sono Akragas, Castiglione, Maceratese e Siena.

La prima semifinale si giocherà Giovedì 28 Maggio. La finale che assegnerà il titolo di campione d’Italia dilettanti, invece, è prevista per Sabato 30 Maggio.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *