Agrigento

L’Akragas perde ancora, Fondi si impone 2-0

Fondi - Akragas, azione di gioco

Fondi – Akragas, azione di gioco

Fondi -Akragas, Gomez sciupa una occasione da rete

Fondi -Akragas, Gomez sciupa una occasione da rete

Niente da fare.

L’Akragas cade ancora una volta, la seconda in quattro partite, e deve rimandare i sogni di conquistare la prima vittoria in questa stagione. Il Fondi gioca meglio e merita la vittoria, imponendosi con il più classico dei risultati: 2-0. Apre le danze l’ex di turno, Filippo Tiscione;

Fondi - Akragas, il gol di Tiscione

Fondi – Akragas, il gol di Tiscione

chiude i giochi Pasquale Iadaresti, ad una manciata di minuti dal termine. 

 

MOLTO DA LAVORARE. Raffaele Di Napoli aveva buone sensazioni per la partita di oggi. Cauto, certamente, ma con una convinzione che dal Lazio l’Akragas potesse tornare con l’intera posta in palio. Non è andata così. Il “Purificato” di Fondi si dimostra, ancora una volta dopo la finale fatale del 2014, campo ostico per l’Akragas. Tante sono le attenuanti che vanno in soccorso della squadra agrigentina: una rosa totalmente rinnovata, ad eccezione di Scrugli e Salandria; una diversa condizione fisica, in quanto l’Akragas ha giocato tre giorni fa mentre il Fondi ha beneficiato di un turno di stop grazie al rinvio della partita con il Catania per la visita del premier Renzi. Una rosa, la più giovane dell’intero torneo, che pecca di inesperienza e, talvolta di personalità. Quest’oggi, infatti, Di Napoli ha dovuto fare a meno dei centrali difensivi titolari , Marino e Chazè, rimpiazzandoli con due classe 96: Riggio e Carillo.

Il Fondi ha meritato la vittoria, seppur la partita sia stata in fin dei conti dominata da un equilibrio. L’Akragas, alla fine dei conti, paga l’inesistenza sotto porta, esclusione fatta per un tiro pericoloso di Gomez nella prima frazione. Troppo poco per poter sperare nei tre punti. Come nel più classico dei film a sbloccare gli equilibri è un ex, Filippo Tiscione.

Se la passata stagione i tifosi agrigentini hanno dovuto sudare sette camicie, quest’anno l’impresa sembra ancora più ardua. Il campionato è partito nei peggiori dei modi con solamente due punti conquistati in quattro gare. Adesso testa al Villafranca, prossimo avversario domenica all’Esseneto.

 

14379604_10210699292701469_5108559258674977667_o

 

UNICUSANO FONDI: Baiocco – Squillace – Mucciante – Bombaci – Signorini – Tiscione – Varone – D’agostino – Albadoro – Galasso – De Martino.

S.S. AKRAGAS: Pane – Scrugli – Zanini – Pezzella – Riggio – Carillo – Carrotta – Salandria – Longo – Gomez – Cocuzza.

MARCATORI: Tiscione al 30′.

 

4° GIORNATA:

SIRACUSA – MONOPOLI 1-1 (Montini 49° – Dezai 84°)

REGGINA – CATANIA 1-1 (Paolucci 28°, Bangu 78°)

FONDI – AKRAGAS 2-0 (Tiscione 31°, Iadaresta 85°)

VIBONESE – MATERA 0-1 (Iannini 61°)

COSENZA – MELFI (20.30)

CASERTANA – TARANTO (20.30)

FIDELIS ANDRIA – PAGANESE (20.30)

JUVE STABIA – MESSINA (20.30)

LECCE – CATANZARO (20.30)

FRANCAVILLA – FOGGIA (lunedì)

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top