Provincia

Lampedusa, migranti: scontro tra Martello e Giusi Nicolini che attacca: “Emergenza?Scenario descritto artificiosamente”

E’ scontro frontale sulla questione migranti tra Totò Martello, attuale sindaco di Lampedusa, e l’ex prima cittadina dell’isola, Giusi Nicolini. 

La bagarre ha origine dalle dichiarazioni del sindaco Martello – rilasciate a “Repubblica” – in cui denunciava uno stato di emergenza sull’isola tra furti, molestie e risse provocate da migranti di nazionalità tunisina e lanciava la provocazione (così ha chiarito oggi) sulla possibilità di chiudere l’hotspot di Lampedusa, primo approdo sul mediterraneo.

Non si è fatta attendere la risposta dell’ex sindaca e componente dell’assemblea nazionale del PD, Giusi Nicolini:Ma vi pare che un tunisino che ruba un’anguria, dopo vent’anni di sbarchi, possa costituire un’emergenza? Non mi sembra ci siano altre denunce, e io a Lampedusa ci vivo: quello scenario emergenziale e’ stato descritto in modo artificioso, perche’ giustifica il vittimismo, favorisce gli affari e l’illegalita’”. Non c’e’ alcun problema di ordine pubblico. L’unico problema ce l’ha il sindaco con il suo elettorato, cui aveva promesso di non fare uscire piu’ gli immigrati dal centro d’accoglienza. Lui parla a una piccola parte retriva della popolazione”, dichiara Nicolini, secondo cui “e’ assurdo il tentativo di far credere che l’isola sia in mano a un gruppo di delinquenti e che lo Stato sia assente. Mi risulta che diversi imprenditori turistici abbiano gia’ redarguito Martello”. “Prima che mi insediassi io, cinque anni fa, il patto scellerato fra l’amministrazione locale e i governi di centrodestra si fondava piu’ o meno sugli stessi argomenti, allo scopo di far piovere fondi per manifestazioni canore e altre cose assurde”, racconta Nicolini. “Martello vuole la moratoria fiscale? Attivi i canali istituzionali, se ne e’ capace, invece di giocare a fare lo sceriffo”.

Il sindaco Martello, intervenendo ai microfoni di Radio1, ha risposto alle critiche mosse dalla Nicolini: “Non accetto speculazioni politiche da parte di chi è stata giudicata dal popolo di Lampedusa – ha detto Martello – e neanche da chi da lontano vuole giudicare quello che ho detto io”. “E’ cominciato un flusso diverso. Quelli che sono arrivati – precisa Martello riferendosi alla provenienza etnica dei profughi che sbarcano sull’isola – non sono uguali ai subsahariani. Sono diversi, ma non perché non sono persone ma perché hanno un atteggiamento di sfida nei confronti di coloro che si trovano in mezzo alla strada”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top