Agrigento

L’arcivescovo di Agrigento, Montenegro, allontanare sindrome paura

“L’errore piu’ grande che corriamo e’ il rischio di definire emergenza una situazione che ormai c’e’; che non e’ piu’ di passaggio, ma si evolve da anni. Bisogna prendere coscienza e conoscenza della realta’, senza voltarsi dall’altra parte. Prendere decisioni che non siano momentanee o ‘toppe’, ma siano importanti per il futuro e soprattutto pianificate con razionalita’”. Lo dice l’arcivescovo metropolita di Agrigento, il cardinale Francesco Montenegro, presidente della Caritas italiana e presidente della Commissione episcopale per il servizio della carita’ e la salute, intervistato dal magazine del Consiglio regionale della Calabria (www.calabriaonweb.it). Il cardinale ha preso parte a Reggio Calabria a un incontro organizzato dall’associazione “Nuova Solidarieta’” sul tema “Migranti, tra accoglienza ed indifferenza”. A Francesco Scopelliti, che l’ha intervistato, sua eminenza ha specificato che “occorre allontanare con fermezza la sindrome della paura. E ribadisco l’importanza di lavorare in sinergia tra enti e tra istituzioni. Verticalmente ed orizzontalmente. Le soluzioni ci potrebbero essere semplicemente abbassando la quota migranti per ogni comune che dovrebbe accoglierli e, contestualmente, aumentare il numero dei comuni disposti ad accoglierli. Su quest’ultimo aspetto si dovrebbe lavorare di piu’. Ma prima di ogni cosa, dobbiamo sconfiggere la ‘paura’ dell’immigrato. Una falsa paura, in realta’ si ha timore della poverta’, perche’ denuncia chi siamo…”. Alla domanda circa l’impegno dispiegato dalla Chiesa, ha risposto: “La Chiesa siamo noi. Noi comunita’, noi cittadini, noi volontari del terzo settore. Certo e’ che un cristiano non puo’ fare la comunione, se poi, fuori dalla chiesa, ignora l’immigrato, o addirittura, lo denigra. La Chiesa deve aiutare ognuno di noi a chiedersi: quale futuro voglio? Perche’, il nostro futuro comincia oggi, e se oggi non ci proiettiamo in avanti, in una societa’ italiana ed europea che sta invecchiando e che ha bisogno di nuove mani e nuove menti, ci ritroveremo, in pochi anni, in una condizione di disagio e degrado sociale”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top