Le rivelazioni dell’ex candidato sindaco Di Rosa sull'”affaire” rigassificatore

Le rivelazioni dell’ex candidato sindaco Di Rosa sull'”affaire” rigassificatore

0
SHARE

Non demorde e non rinuncia a fare precisazioni e rivelazioni l’ex-candidato sindaco Giuseppe Di Rosa. E non attende la fine dei fatidici 100 giorni di “luna di miele” tra sindaco e opinione pubblica per trarre conclusioni inedite dal suo punto di osservazione.  Che voglia assumere il ruolo di “battitore libero” non ci vuole molto a capirlo per il tenore delle sue informazioni, anzi, Di Rosa parrebbe essere  già fin d’ora l’unica opposizione alla nuova Giunta di governo comunale.

“L’amministrazione Firetto in campagna elettorale (con 210 consiglieri comunali candidati, con una schiera di adepti della Giunta Firetto, oggi assessori, vicesindaci e consulenti), hanno detto che il rigassificatore non si faceva più. Uno dei tanti che diceva l’opposto ero io. Avevo chiarito che questa amministrazione   sotto  aveva altro. Oggi è chiaro a tutti, il ministero pubblica sul proprio sito l’ultimo atto per riconoscere il rigassificatore come struttura strategica dello Stato italiano. Lo stesso sindaco nel 2014, mese di settembre, aveva dato incarico a quella che oggi è una sua consigliera comunale, di impugnare un ricorso del comune di Agrigento sindaco Zambuto,  per il passaggio della condotta Snam nel comune di Agrigento. Il 25 giugno di quest’anno, appena sei giorni fa, il comune di Porto Empedocle con il segretario  generale oggi segretario del comune di Agrigento ha nominato un nuovo avvocato per continuare a impugnare questo atto della condotta Snam  del comune di Agrigento e che ad oggi non è passata perché il consiglio comunale aveva bocciato  la proposta e oggi il comune di Porto Empedocle si oppone a questa bocciatura. Significa che il comune di Porto Empedocle con a capo il segretario generale dott. Rizzo, oggi segretario del comune di Agrigento si fa un ricorso contro se stesso. Ma se non si doveva fare il rigassificatore, come diceva Firetto, perché spendere soldi pubblici per impugnare un ricorso che non troverebbe più il contendere?Questo la dice lunga sul volere dell’amministrazione Firetto, e  oggi su questo tema chiedo la chiarezza da parte di Firetto se vorrà o non vorrà aderire al comitato pro-rigassificatore alla cui direzione è stato messo Giovanni Nocera che è stato uno dei consulenti di Firetto alla Regione siciliana. E Legambiente continua a essere contro il rigassificatore o aderirà al pro rigassificatore visto che fa parte della Giunta Firetto?.  E le tante associazioni pro Firetto firmeranno a favore o contro il rigassificatore?  C’è molta confusione ad Agrigento che perdura dal momento di quella manifestazione di febbraio che oggi risulta manipolata anche da personaggi vicini al PRG, uno degli organizzatori, il signor Marcello  Fattori afferma che ad organizzarla fu lui insieme ad altre tre persone tra cui Lidia Saieva che è la compagna di uno dei maggiori interessati al PRG, il signor Salvatore Li Causi che in sede di consiglio comunale mi ha minacciato quando abbiamo bocciato il piano di costruzione Palmintelle, a dimostrarlo ci sono le riprese televisive e amatoriali, anche di Nuccio Cremone che dimostrano ciò che sto dicendo che non è inventato. Per non parlare del bando rifiuti sul quale  campeggia la dichiarazione dell’assessore che  dice :”Si, c’è qualcosa di anomalo nel bando ma a noi va bene così”.

 

La conferenza stampa di Peppe Di Rosa

 

“Ma che razza di dichiarazioni sono queste, dette per giunta a un presidente regionale di Legambiente? Inoltre Agrigento deve sapere che i 44 operatori che oggi si occupano della tinteggiatura e della pulizia straordinaria sono stati assunti per un bando effettuato dalla vecchia amministrazione e dall’Asp, semmai ci sarebbe da chiarire come mai questi operatori indossino una maglietta con la scritta del sindaco Firetto “Buongiorno Agrigento”. Sponsorizzazioni del nuovo sindaco? Da chiarire anche che sarebbe stato opportuno dire alla città come stanno andando le cose, non ho visto un solo atto per il recupero delle tasse, l’unica cosa certa è che Firetto vuole il rigassificatore  e che 17 mila persone hanno accettato il programma  di Firetto. Il voto di Agrigento oggi è manipolato dal PRG, dall’appalto rifiuti e da tante altre situazioni che non sto a dire perché sono secretate. La magistratura sta facendo il suo corso.”

La conferenza stampa di Peppe Di Rosa, presenti

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *