Licata, arriva “Nonno felice”: anziani vigileranno all’interno della villa comunale

Redazione

Licata

Licata, arriva “Nonno felice”: anziani vigileranno all’interno della villa comunale

di Redazione
Pubblicato il Giu 20, 2016
Licata, arriva “Nonno felice”: anziani vigileranno all’interno della villa comunale

Dopo la fase preparatoria, e il perfezionamento degli atti necessari, sarà avviata, domani, l’iniziativa, fortemente voluta dall’Amministrazione comunale in carica, presieduta dal Sindaco Angelo Cambiano, a valenza prettamente educativo – sociale, denominata “Nonno Felice” .

Da domani, infatti, due anziani in possesso dei requisti richiesti da un apposito avviso pubblico diramato dall’esecutivo, sotto la supervisione del Comando di Polizia Municipale, daranno inizio alla loro attività di volontariato all’interno della Villa comunale “Regina Elena“, dove assicureranno un servizio di vigilanza.

<<L’iniziativa – spiega l’assessore ai servizi sociali, Daniele Vecchio – mira , sia alla valorizzazione, incentivazione ed integrazione sociale degli anziani. Mentre l’avvio avverrà con un’attività di vigilanza presso la villa comunale “Regina Elena”, con l’inizio del nuovo anno scolastico, l’attività di vigilanza degli anziani verrà soprattutto eseguita nei pressi degli edifici scolastici, durante gli orari di entrata ed uscita degli alunni, con l’obiettivo, ove se ne presenti la necessitàò, di aiutarli ad attraversare le strade, moderare i comportamenti degli automobilisti, collaborare con i gentiori per evitare la sosta selvaggia e l’ingolfamneto degli spazi di fronter agli ingressi, controllare le aree adiacenti le scuole, segnalando eventuali problemi e necessità al Comando di P.M..

Inoltre, in caso di necessità, previa autorizzane del Comando di P.M., gli anziani aderenti all’iniziativa potranno essere utilizzati anche presso strutture a carattere culturale durante manifestazioni ed attività varie>>.

I soggetti incaricati, per lo svolgimento del proprio servizio di volontariato, saranno muniti di apposito gilet identificativo ad alta visibilità, e paletta, forniti dall’Amministrazione comunale.


Dal Web


  • Licata

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Licata

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Licata

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Licata

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361