Licata, i dipendenti comunali sorpresi a giocare a dama si difendono: “Non è vero,”

Redazione

Licata

Licata, i dipendenti comunali sorpresi a giocare a dama si difendono: “Non è vero,”

di Redazione
Pubblicato il Nov 12, 2016
Licata, i dipendenti comunali sorpresi a giocare a dama si difendono: “Non è vero,”

Sta suscitando polemiche dopo il polverone sollevato dal sindaco di Licata, Angelo Cambiano, che insieme a due assessori e ad un consigliere comunale, aveva annunciato di avere sorpreso 4 dipendenti comunali intenti a giocare a dama nella villa comunale “Regina Elena”. Lo stesso sindaco Cambiano e gli assessori Damanti e La Giglia, ed il consigliere comunale Federico, aveva affermato : “Abbiamo eseguito dei controlli nella villa comunale “Regina Elena”, che si trova nel centro storico. Bene, una volta arrivati sul posto abbiamo trovato 4 dipendenti comunali, assegnati al settore Verde Pubblico, intenti a giocare a dama, piuttosto che occuparsi dei loro compiti nel polmone verde cittadino. Abbiamo, immediatamente, provveduto a segnare i nominativi del personale in questione. Ora provvederemo a deferire tutti e 4 alla Commissione disciplinare del Comune che valuterà la possibilità di licenziarli”.

A difesa dei lavoratori interviene il sindacalista Salvatore Cassaro: “Secondo quanto testimoniato dai lavoratori coinvolti nella vicenda è emerso che la dama si trovava sul tavolo all’interno del localino adibito a spogliatoio, che viene utilizzata da due pensionati che svolgono attività di volontariato”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361