Licata, rinvenimento di un fucile a canne mozze, assolto un quarantenne

Redazione

Licata

Licata, rinvenimento di un fucile a canne mozze, assolto un quarantenne

di Redazione
Pubblicato il Set 16, 2017
Licata, rinvenimento di un fucile a canne mozze, assolto un quarantenne

Il licatese Emanuele Marino, 40 anni, arrestato nel giugno del 2015 con l’accusa di detenzione illegale di un fucile a canne mozze, è stato assolto dal giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Claudia Infantino. La vicenda è legata al ritrovamento dell’arma in un casolare di proprietà dello zio del Marino che aveva concesso in uso al nipote la struttura. L’avvocato del quarantenne è riuscito a dimostrare come “il casolare era abbandonato e chiunque poteva entrarvi”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04