Licata, sei candidati sindaco su sette aderiscono a “Riparte il futuro”

Licata, sei candidati sindaco su sette aderiscono a “Riparte il futuro”

284 views
0
SHARE
Sei candidati sindaco di Licata in un pubblico confronto

A Licata, ben sei candidati Sindaco su sette hanno aderito alla campagna “Riparte il futuro” di Libera e Gruppo Abele, la più popolare mobilitazione digitale contro la corruzione mai organizzata in Italia. Si tratta di Giuseppe Galanti (Partito Democratico – Nuovo Centrodestra – Il Domani – Licata in Crescita – Licata Rialziamoci), Giuseppe Montana (Per Licata – Patto dei Democratici per le Riforme), Gianluca Ciotta (Movimento 5 Stelle), Giuseppe Ripellino (Sicilia Democratica per le Riforme, Fratelli d’Italia, Alleanza Nazionale, Ama la tua città), Angelo Biondi (Riprendiamo il cammino) e Gianluca Mantia (L’altra Licata con Mantia).

On line, nella sezione “Candidati trasparenti – Elezioni Comunali 2015” del sito di “Riparte il futuro”, risultano consultabili da tutti, il curriculum vitae di ciascun candidato sindaco aderente all’iniziativa, la sua situazione reddituale e patrimoniale, la dichiarazione sui potenziali conflitti di interesse personale e familiare e quella sulle eventuali condanne riportate e procedimenti giudiziari in corso.

Ogni candidato aderente, inoltre, si è impegnato a garantire – qualora venga eletto sindaco – l’approvazione, nei successivi 100 giorni dalla prima riunione del Consiglio comunale, della delibera “Trasparenza a costo zero 2015”, completa di un cronoprogramma che informi sui tempi e sui modi in cui i diversi punti verranno rispettati. Una delibera che prevede una maggiore incisività delle azioni e un processo di valorizzazione culturale per la lotta alla corruzione e promozione della trasparenza.

A promuovere l’iniziativa nella città di Licata, attivando il coinvolgimento degli aspiranti alla carica di primo cittadino, è stata A testa alta, l’associazione di promozione sociale licatese, che aderisce a Libera di Don Ciotti, e che sta raccogliendo tanto entusiasmo e consensi anche fuori dell’hinterland per il taglio innovativo e concreto nel modo di affrontare il tema della legalità.

In nessun’altra città chiamata quest’anno al voto per l’elezione del sindaco e del Consiglio comunale si è registrato un numero così elevato di candidati trasparenti, che potrebbe ancora salire nelle prossime ore con l’adesione del candidato Angelo Cambiano. E in una città come Licata, commissariata, spesso salita alle cronache nazionali per fatti negativi o per le vicende giudiziarie che hanno riguardato i suoi due ultimi Sindaci, il risultato dell’adesione a una campagna come quella di “Riparte il futuro” è davvero significativo, un inizio promettente che fa sperare.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *