Licata, sindaco in missione a Roma per il punto nascite: i risultati

Licata, sindaco in missione a Roma per il punto nascite: i risultati

0
SHARE
Angelo Cambiano, sindaco di Licata

Nella mattinata odierna, la delegazione licatese capeggiata dal Sindaco Angelo Cambiano e composta dall’Assessore Comunale Anna Triglia e dal Presidente del Consiglio Comunale Carmelinda Callea, ha rappresentato, ai vertici del Ministero della Salute, in un apposito incontro tenutosi a Roma, grazie anche alla sensibilità e disponibilità mostrate dal Ministro Agrigentino Angelino Alfano, le ragioni che vedono l’intero territorio schierato per scongiurare la chiusura del punto nascite di Licata, previsto per il prossimo 30 settembre, “Dall’incontro è emersa grande disponibilità da parte del Ministero a rivedere la procedura per scongiurare la chiusura del punto nascite di Licata – è la considerazione del Sindaco registrata al termine della riunione. – La situazione di marginalità territoriale, la mancanza del criterio di sicurezza, che se non garantito, non potrà  assicurare il diritto alla salute alle partorienti e ai nascituri, il numero dei parti che registra un trend in continua crescita: il numero delle nascite rilevate nel 2014, pari a 430, (assolutamente positivo rispetto all’anno precedente) e, destinato ad un ulteriore incremento nel medio periodo; il fatto che il Punto Nascite di Licata viene scelto dalle partorienti di tutto l’hinterland: Palma di Montechiaro, Campobello di Licata, Ravanusa, Riesi, Niscemi, ecc.; il numero dei parti cesarei del San Giacomo D’Altopasso che è in diminuzione, e, l’eccellente lavoro svolto dal personale sanitario che non ha permesso che si verificassero casi di mortalità, sono le motivazioni addotte a difesa del punto nascite del nostro Nosocomio. Ritengo, inoltre, che le ragioni da noi esposte debbano essere tenute nella dovuta considerazione, sia dagli organi ministeriali che dall’Assessorato Regionale alla Sanità che, a mio modo di vedere, in fase istruttoria non ha sostenuto le richieste avanzate con la dovuta determinazione che il caso invece impone”.

Intanto l’Amministrazione comunale, ricorda a tutta la cittadinanza ed a tutte le organizzazioni che operano sul territorio, la manifestazione in programma domani (sabato), alle ore 17,00, nei piazzale antistante il ristorante El Sombrero, lungo la statale 115, indetta a maggiore sostegno alla lotta intrapresa a difesa del punto nascite dell’ospedale San Giacomo d’Altopasso; manifestazione alla quale si chiede una partecipazione massiccia.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *