Licata, A Testa alta: “Stop alle poltrone intoccabili”

Licata, A Testa alta: “Stop alle poltrone intoccabili”

0
SHARE

Al Comune di Licata, avevano provato a ad escludere dalla rotazione del personale addetto alle aree a rischio corruzione il dirigente dell’Ufficio Tecnico comunale e – già che c’erano – anche il Ragioniere capo e il Comandante della polizia municipale. E avevano provato a farlo limitandosi a scrivere, nel “Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione”, che queste figure erano da ritenere “infungibili”, senza aggiungere altro. Nemmeno una parola era stata spesa per spiegare ai cittadini i motivi di questa pretesa “infungibilità” e della conseguente impossibilità di attuare la rotazione prevista dalla Legge 190/2012.
E così posizioni come quelle di dirigente dell’Ufficio tecnico e di Ragioniere capo, peraltro tra le più esposte al rischio corruzione, erano state cristallizzate e dichiarate “inamovibili” e pure a tempo indeterminato; infatti, per queste tre figure dirigenziali, non erano stati neppure previsti percorsi di formazione e aggiornamento che potessero creare concretamente competenze e professionalità nuove.

Sfruttando la possibilità offerta dalla legge, che prevede un percorso partecipativo all’aggiornamento del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione, aperto a tutti i cittadini, “A testa alta”, alla fine di dicembre dello scorso anno, ha presentato queste osservazioni agli uffici comunali.
Lo scorso 4 marzo la giunta municipale ha approvato il Piano anticorruzione, nel quale non c’è più alcun riferimento all’infungibilità dei dirigenti, prevedendosi, oltre al ricorso alla mobilità temporanea, altre forme di lavoro flessibile, ovviamente nel rispetto dei vincoli della finanza pubblica.
Inoltre è stato previsto che, entro il 30 giugno 2016, dovranno essere svolti controlli anticorruzione e il monitoraggio degli incarichi dirigenziali in corso, i cui esiti verranno trasmessi al Responsabile della Prevenzione della corruzione e al Sindaco.
“A testa alta” continuerà a vigilare nell’interesse di tutti affinché queste e tutte le altre norme del Piano Anticorruzione approvato dal Comune di Licata vengano attuate concretamente e non rimangano sulla carta.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY