Lite per motivi economici, spara al collega-rivale e poi si suicida

Lite per motivi economici, spara al collega-rivale e poi si suicida

848 views
0
SHARE
Alessandro Valenti e Pippo Di Stefano

Un operaio, Giuseppe Di Stefano, ha ucciso con colpi di pistola un suo conoscente, Alessandro Valenti, al culmine di una lite per motivi economici, e subito dopo si e’ suicidato. L’omicidio-suicidio e’ avvenuto a PALERMO in via del Parlamento, in pieno centro storico, a due passi da Corso Vittorio Emanuele.
Secondo una prima ricostruzione i due avrebbero iniziato a litigare per strada. Siamo nella zona dei Chiavettieri, nel cuore del centro storico palermitano. Valenti era un muratore e aveva eseguito dei lavori in un magazzino di Di Stefano, proprietario di un immobile al civico 22. Di Stefano avrebbe avuto da ridire su come erano stati svolti i lavori. Invece pare che Valenti vantasse un debito proprio per questi lavori. Gli animi si sarebbero surriscaldati. Forse qualche parola di troppo. A un certo punto Di Stefano ha deciso di salire in casa, con la scusa di prendere i soldi che doveva a Valenti. Quando è sceso però teneva in mano una revolver calibro 357 Magnum Smith & Wesson (risultata poi rubata).

Prima ha fatto fuoco contro il muratore: due i colpi sparati. Dopo ha rivolto verso di sè la pistola e premuto il grilletto. Le persone che hanno assistito alla scena hanno subito allertato il “113”. Sono accorse le ambulanze del 118. Sul posto sono accorsi polizia e carabinieri. Ora sono i militari della Compagnia Piazza Verdi a indagare sull’accaduto. Gli uomini della sezione Investigazioni scientifiche infatti hanno eseguito i rilievi tecnici.

L’omicida era conosciuto nella zona, proprio per la sua irruenza. In passato Di Stefano avrebbe cercato di uccidere un automobilista con una lama dopo una lite in strada dopo un banale incidente.
Ad assistere all’omicidio il figlio sedicenne di Valenti, che è riuscito a scappare, è stato interrogato dagli investigatori nel tentativo di ricostruire nella maniera più precisa la dinamica dei fatti.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *