Giudiziaria

M5s e firme false, anche deputata Di Vita fa scena muta davanti al giudice

Un altro interrogatorio lampo. Anche Giulia Di Vita si e’ avvalsa della facolta’ di non rispondere, come i suoi colleghi parlamentari Claudia Mannino e Riccardo Nuti. La deputata del Movimento 5 Stelle e’ tra i 13 indagati con l’accusa di avere contribuito a falsificare le firme a sostegno della lista presentata alle elezioni comunali del 2012 a Palermo. Di Vita si era presentata nell’ufficio del procuratore aggiunto Bernardo Petralia, insieme al sostituto del suo legale di fiducia, l’avvocato Domenico Monteleone, assente. Di Vita non ha voluto dire nulla neppure ai cronisti se non confermare di avere “mantenuto a differenza di altri i contatti con la base”. Dopo di lei e’ entrato nella stanza del magistrato l’attivista Riccardo Ricciardi, marito della deputata Loredana Lupo.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Most Popular

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top