Mafia, Alfano ricorda Livatino: “Esempio di coraggio e fede”

Mafia, Alfano ricorda Livatino: “Esempio di coraggio e fede”

0
SHARE
Angelino Alfano a Porta a porta

“Oggi ricordiamo il giudice Rosario Livatino, la cui giovane vita è stata spezzata 26 anni fa dalla mafia. E oggi, alla sua memoria, è stato intitolato il viadotto proprio in corrispondenza della stele”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Angelino ALFANO sottolineando che la storia del giudice Livatino, assassinato dalla Stidda il 21 settembre 1990 a soli 37 anni, “è uno straordinario esempio di coraggio, legalità e fede, non solo per la Sicilia, ma per l’intero Paese”. “Il suo sacrificio non è stato vano: lo Stato ha fatto passi avanti nella lotta alla mafia, ha studiato e attuato nuove strategie, varato nuove leggi, conquistato sempre di più la fiducia dei cittadini che sono scesi in campo come baluardo della società civile e dei tessuti sani del nostro Paese. La nostra strategia è forte e si basa su tre pilastri: arresto dei latitanti, carcere duro, sequestro e confisca dei patrimoni dei mafiosi”, aggiunge ALFANO. “Non abbiamo chiuso ancora i conti con la mafia, ma lavoriamo ogni giorno, con tutto l’impegno e la determinazione possibili, per ostacolare la sua riorganizzazione e il ricordo di uomini delle istituzioni come Rosario Livatino ci dà grande forza”, conclude il ministro.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *