Cronaca

Mafia: beni per 1,2 mln sequestrati a imprenditore vicino a Messina Denaro

Beni per un valore pari a 1 milione e 200 mila euro sono stati sequestrati dai Carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Trapani all’imprenditore Michele Giacalone, arrestato nel maggio scorso nell’ambito dell’indagine Visir con l’accusa di associazione mafiosa ed estorsione aggravata dal metodo mafioso.
Il provvedimento, che è stato richiesto dalla Procura distrettuale di Palermo, si basa sulle indagini dei carabinieri riguardanti il mandamento mafioso di Mazara del Vallo e sulla sua articolazione territoriale rappresentata dalla “famiglia” di Marsala, capeggiata da Vito Vincenzo Rallo sotto le direttive del boss latitante Matteo Messina Denaro.
Michele Giacalone, che era già stato sottoposto a fermo nel 2007 con l’accusa di essere uno dei favoreggiatori della latitanza del boss Antonino Rallo, sarebbe stato il referente imprenditoriale della famiglia, mettendo a disposizione del clan Rallo gli immobili della sua società per alcuni summit di mafia e contribuendo al sostentamento degli affiliati.
Giacalone, inoltre, avrebbe assunto il ruolo di responsabile della raccolta dei profitti derivanti da estorsioni ai danni di altri imprenditori del settore edile.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top