Palermo

Mafia, Ciancimino: “Mio padre investì soldi nelle attività di Berlusconi”

“Mio padre investì, negli anni Settanta, dei soldi nelle attività di un imprenditore che stava costruendo delle case a Milano 2. L’imprenditore era Silvio Berlusconi”. Lo ha detto Massimo Ciancimino proseguendo la sua deposizione al processo sulla trattativa Stato-mafia. “La conoscenza con questo soggetto era frutto anche dei rapporti con il costruttore Alamia che faceva parte della corrente politica di mio padre – dice ancora Ciancimino rispondendo alle domande del pm Nino Di Matteo – C’erano pure i soldi di Bonura, Buscemi, Provenzano, Bontade”. Alla domanda del magistrato se gli risultano incontri “fra suo padre e Berlusconi?”, Ciancimino junior risponde: “Mi è stato detto da mio padre e mia madre che si conoscevano. Si sono incontrati a Milano. Mio padre non viaggiava tanto, si spostava solo per appuntamenti finalizzati. Erano incontri organizzati”. Poi aggiunge: “Organizzati da Bontade tramite Marcello Dell’Utri”. Adesso il Presidente della Corte d’Assise Alfredo Montalto ha concesso una pausa di quindici minuti.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top