Mafia, confiscati beni a braccio destro “architetto” di Palermo

Mafia, confiscati beni a braccio destro “architetto” di Palermo

0
SHARE

Confiscati dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Palermo due aziende per il commercio di materiali da costruzione, un panificio, due agenzie di scommesse sportive, due appartamenti, un box ed una polizza vita, tutti nel quartiere palermitano di San Lorenzo, per un valore di oltre 1.300.000 di euro.

Interessato dalla confisca Giuseppe Povenzano, arrestato dalla Guardia di Finanza alla fine del 2009, ritenuto affiliato alla cosca di Tommaso Natale, presunto braccio destro di Giuseppe Liga, detto “l’Architetto”, a capo del mandamento mafioso dopo l’arresto di Salvatore e Sandro Lo Piccolo. Giuseppe Provenzano, dopo le indagini svolte dalla Guardia di Finanza, e’ stato condannato con sentenza divenuta definitiva, a dodici anni di reclusione per associazione mafiosa. Nel 2013 i beni erano stati sequestrati a conclusioen delle indagini condotte dal Gico della Guardia di Finanza di Palermo

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY