Mafia, dopo 30 anni a processo il pentito agrigentino Daniele Sciabica: dovrà...

Mafia, dopo 30 anni a processo il pentito agrigentino Daniele Sciabica: dovrà rispondere di quattro omicidi

Condividi

Dovrà essere processato, dopo oltre trenta anni, il pentito agrigentino Daniele Sciabica, 55 anni, che ha chiesto per questo di accedere al rito abbreviato.

Sciabica dovrà rispondere di quatto omicidi e di un tentato omicidio e tre feriti. Dopo avere confessato Sciabica invocò l’applicazione di una procedura per evitare il processo secondo la quale non è possibile essere giudicati per fatti diversi da quelli per cui si concede l’estradizione. Tra gli omicidi di cui dovrà rispondere il pentito spiccano quelli che hanno avuto come vittime Giuseppe Messina, Gerlando Messina e Antonio Messina, padre, zio e nonno del boss Gerlandino Messina, uccisi a metà degli anni ottanta (1985). Proprio Sciabica si accusò di avere fatto parte del commando assassino agli ordini della “Stidda” dei Garssonelli. L’altro delitto riguarda invece Pietro Gambino avvenuto nel 1988. Il prossimo 2 febbraio vi sarà la requisitoria del nuovo processo istruito dopo che è stata risolta la questione sulla processabilità o meno dell’agrigentino.

Per la Dda per Sciabica, infatti, non si è trattato di una vera e propria estradizione ma di “trasferimento ai fini della espiazione della pena”.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *