Mafia, estorsione a imprenditore, condannato presunto boss

Mafia, estorsione a imprenditore, condannato presunto boss

0
SHARE

Il gip ha condannato Giancarlo Seidita, presunto capomafia di Cruillas, a tre anni e mezzo, in abbreviato, per estorsione. A denunciarlo era stato il costruttore Vincenzo Rizzacasa. L’imprenditore ha raccontato agli inquirenti che il boss Sandro Lo Piccolo e Seidita gli avrebbero imposto il pagamento del pizzo sulla costruzione di un residence a Carini. Per la vicenda Lo Piccolo e’ stato condannato a dieci anni dal tribunale. L’accusa e’ stata sostenuta in giudizio dal sostituto procuratore Francesco Del Bene.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY