Mafia, estorsioni senza fine: ecco tutte le messe a posto del clan mafioso della “Montagna”

Redazione

Agrigento

Mafia, estorsioni senza fine: ecco tutte le messe a posto del clan mafioso della “Montagna”

di Redazione
Pubblicato il Lug 18, 2018
Mafia, estorsioni senza fine: ecco tutte le messe a posto del clan mafioso della “Montagna”

Per un po’ di tempo vittime di estorsioni e denuncianti (come prima mai accaduto) ed estortori si sono ritrovati faccia a faccia.
L’operazione “Montagna” che nel gennaio scorso aveva decapitato l’omonimo mandamento e individuato decine di estorsioni (tentate e consumate) sembrava rischiare il tracollo dopo i proclami a blitz compiuto.
Una raffica di scarcerazioni, più o meno giustificate o giustificabili, aveva messo sullo stesso piano mafiosi e vittime.
Con grande sgomento, paura e senso di rassegnazione ben tangibili in chi le estorsioni le aveva denunciate per poi trovarsi a spasso liberi e sempre pericolosi i loro estortori.
Due settimane fa, una nuova misura cautelare ha rimesso le cose a posto (siamo ben consapevoli che il discorso va inteso in generale ed ogni posizione o singola estorsione devono essere pesate, ponderate e dove giusto, colpite).
I boss agrigentini di estorsioni – affermano gli inquirenti – ne hanno compiute decine.
Grandangolo ve le segnala tutte, una per una, con nomi e cognomi, plaudendo il lavoro dei pubblici ministeri della Dda di Palermo, Geri Ferrara, Claudio Camilleri e Alessia Sinatra, che hanno voluto vederci chiaro sino in fondo, valorizzando il lavoro dei carabinieri che quell’indagine hanno sviluppato, convocando quasi tutte le vittime delle estorsioni che sono venute alla luce. I magistrati che stanno ancora oggi conducendo l’inchiesta, dopo il maxi blitz dei carabinieri, non si sono fermati e hanno delegato gli stessi militari di sentire le vittime, oltre venti ormai, che hanno cominciato a collaborare con gli inquirenti.
La maggior parte degli imprenditori taglieggiati finora sentiti hanno ammesso la pressione del racket.
Una vera rivoluzione nell’atteggiamento omertoso finora tenuto dalle vittime che non avevano neppure denunciato le intimidazioni subite. In tutto le estorsioni (consumate o tentate) accertate dalla Dda sono state 27.

 

ACQUISTA IL SETTIMANALE A SOLO 1 EURO E LEGGI GLI ARTICOLI.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04