Agrigento

Mafia, ex prefetto di Agrigento, Umberto Postiglione: “Aumentano i beni sequestrati”

L’attivita’ di sequestro e confisca dei beni alle mafie nel biennio 2015-2016 “ha registrato un considerevole incremento rispetto agli anni precedenti”. E’ quanto emerge dalla relazione sull’attivita’ dell’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla Criminalita’ Organizzata (Anbsc) illustrata al Viminale dal direttore Umberto Postiglione, ex prefetto di Agrigento, alla presenza de ministro all’Interno Marco Minniti, della presidente della Commissione Antimafia, Rosy Bindi e del Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Franco Roberti. Dall’andamento annuale della destinazione degli immobili, si rileva che nel 2015 sono stati 1.731 i beni confiscati e destinati dall’Agenzia nazionale e 1.098 nel 2016. Nel biennio, in totale, le destinazioni di immobili sono stati 2.829, praticamente lo stesso risultato che era stato raggiunto nell’arco di sei anni dal 2009 al 2014 quando il totale di destinazioni di immobili e’ stato di 2.825 (627 nel 2014; 335 nel 2913; 191 nel 2012; 238 nel 2011; 679 nel 2010; 755 nel 2009). L’andamento crescente, riscontrato per le destinazione di beni immobili nel biennio 2015-2016, ha coinvolto anche la destinazione dei compendi aziendali. Sono state 99 le aziende destinate nel 2016 e 181 nel 2015, per un totale di 280 in due anni a fronte delle 181 confiscate e destinante nei sei anni dal 2009 al 2014 (21 nel 2014; 102 nel 2013; 9 nel 2012; 9 nel 2011; 5 nel 2010; 35 nel 2009). Capitolo beni mobili: ne sono stati destinato 398 nel 2015 e 662 nel 2016, per un totale di 1.060 nel biennio. Nei 6 anni 2009-2014 in complesso i beni mobili registrati sono stati 1.242 (145 nel 2014; 106 nel 2013; 474 nel 2012; 154 nel 20111; 198 nel 2010; 165 nel 2009). Va segnalato che nel 2016, il 35% dei beni mobili e’ stato assegnato alle forze dell’ordine mentre l’8% e’ stato destinato al Corpo dei vigili del fuoco per le attivita’ di soccorso pubblico, anche connesse alle recenti calamita’ naturali come il terremoto in Centro-Italia; il 23% e’ stato venduto; il 19% distrutto/demolito: il 15% ceduto gratuitamente.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top