Mafia, Grasso: “Ho giurato davanti cadaveri di Falcone e Borsellino di cercare...

Mafia, Grasso: “Ho giurato davanti cadaveri di Falcone e Borsellino di cercare la verità”

0
SHARE

“Ho fatto un giuramento davanti ai corpi martoriati di Falcone e Borsellino. Ho promesso che non mi sarei mai fermato nella ricerca delle verità sulle dinamiche che hanno causato la loro fine. E credo che non tutto sia ancora stato chiarito”. Lo dice il presidente del Senato, Pietro Grasso, in una intervista alla Stampa. “Rivendico il merito – prosegue – di aver portato alla luce, con il pentimento di Gaspare Spatuzza, una verità giudiziaria, sulle stragi di Capaci e via D’Amelio, diversa da quella che era stata data per certa fino a quel momento, e nuovi elementi sulle stragi ‘in continente’ a Firenze, Roma e Milano del 1993 quando la mafia cambiò strategia e virò la sua violenza contro il patrimonio artistico, causando morti innocenti anche lontano dalla Sicilia. Prima di approdare alla politica, da procuratore, ho continuato a ricercare, sempre nel rispetto delle regole e delle competenze del ruolo, ma utilizzando allo stesso tempo tutti gli strumenti a disposizione della procura nazionale, informazioni che, se confermate, potessero dare nuovo impulso alle indagini delle procure su vicende dolorose e irrisolte, pensiamo solo ai delitti La Torre, Dalla Chiesa, Mattarella, Agostino, Insalaco e Reina. Ancora oggi credo che ci siano angoli da illuminare e intuizioni che meriterebbero un maggiore approfondimento

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY