Mafia, imprenditore: “Denunciare è possibile, io ancora vivo”

Mafia, imprenditore: “Denunciare è possibile, io ancora vivo”

Condividi

“Voglio lanciare un messaggio di certezza perche’ il fatto che ho denunciato e che, con tutto quello che ho passato, non sono sotto terra dimostra con i fatti che e’ possibile denunciare e, quindi, oggi non ci sono piu’ alibi per chi dice che non e’ possibile farlo. Una vita normale e’ possibile”. Lo ha detto Gaetano Saffioti, imprenditore calabrese e testimone di giustizia che con le sue denunce ha contribuito all’arresto di famiglie mafiose. Oggi e’ a Pescara per la cerimonia del 21/mo Premio ‘Borsellino'; a lui un riconoscimento per l’impegno contro la criminalita’ organizzata. “La protezione – ha aggiunto – e’ una conseguenza di una scelta importante e deve essere anche intesa come una sconfitta della societa’ civile. Perche’ la protezione non dovrebbe esistere per chi vuole una vita normale”.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *