Mafia, operazione “Stirpe”: smantellata cosca Profeta, sei arresti (video)

Redazione

Apertura

Mafia, operazione “Stirpe”: smantellata cosca Profeta, sei arresti (video)

di Redazione
Pubblicato il Nov 12, 2015
Mafia, operazione “Stirpe”: smantellata cosca Profeta,  sei arresti (video)

Nel corso dell’operazione antimafia della Polizia di Palermo denominata “Stirpe”, è stato arrestato Salvatore Profeta, ritenuto capo della famiglia di Santa Maria di Gesù. Arrestati anche il figlio Antonino e il nipote del boss, Rosario Profeta, che secondo gli inquirenti si occupavano della gestione delle estorsioni e delle attività imprenditoriali della consorteria mafiosa. Arrestate anche altre persone impegnate, per conto della cosca, nel controllo della zona di via Oreto. Profeta, indicato da alcuni collaboratori di giustizia come “uomo d’onore” della famiglia di Santa Maria di Gesù sin dai tempi di Stefano Bontade e già destinatario di numerose condanne per associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsione e traffico di sostanze stupefacenti, venne arrestato per la strage di via d’Amelio e scarcerato nel 2011 a seguito della revisione del processo. Non appena rimesso in libertà, Profeta avrebbe ripreso le redini del mandamento ed da altri esponenti mafiosi di spicco in diverse occasioni si sarebbero sottoposti al “rito del bacio in fronte” dispensato dal capo famiglia.
Nel corso della stessa operazione, la Polizia ha proceduto ad altri arresti che hanno colpito, oltre al capo cosca Salvatore Profeta, gli esponenti di spicco del clan, decapitando la famiglia mafiosa di Santa Maria di Gesù.
Il provvedimento è stato eseguito anche nei confronti di Francesco Pedalino, Giuseppe Galati e Antonino Palumbo, impegnati, per conto della famiglia, nel controllo della zona di via Oreto.


Dal Web


  • Apertura

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Apertura

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Apertura

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Apertura

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361