Mafia, ricordato il procuratore Gaetano Costa

Mafia, ricordato il procuratore Gaetano Costa

485 views
0
SHARE

Commerato con la deposizione di corone di fiori sul luogo dell’agguato stamattina a Palermo il procuratore della Repubblica Gaetano Costa, ucciso dalla mafia il 6 agosto del 1980 poco dopo aver firmato da solo ordini di cattura contro il clan Inzerillo che i magistrati del suo ufficio non avevano voluto sottoscrivere. In via Cavour, davanti alla lapide che segna il punto in cui Costa fu abbattuto mentre faceva una passeggiata a piedi da solo, erano presenti il figlio Michele, con la moglie Ersilia e il nipote Gaetano, e, tra gli altri, il procuratore aggiunto, Leonardo Agueci, il presidente del Consiglio comunale Toto’ Orlando, il prefetto, Susanna Cannizzo, il questore, Guido Longo e numerosi esponenti delle forze dell’ordine. Nessun rappresentante della Regione ne’ dell’Ars, che hanno inviato corone.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *