Mafia, ricordato Piersanti Mattarella, ucciso da Cosa nostra

Mafia, ricordato Piersanti Mattarella, ucciso da Cosa nostra

0
SHARE

- Anche quest’anno Piersanti Mattarella, nato a Castellammare del Golfo nel 1935 e ucciso dalla mafia a Palermo il 6 gennaio del 1980, quando era presidente della Regione siciliana, sara’ ricordato dall’Amministrazione comunale nella ricorrenza dell’anniversario della sua morte. Una cerimonia si terra’ presso il cimitero del comune del Trapanese. Il sindaco Nicolo’ Coppola, alle 12, guidera’ un corteo che, dall’ingresso del camposanto, raggiungera’ la chiesetta cimiteriale. Una corona di fiori sara’ deposta sulla tomba dell’ex presidente della Regione, fratello del Capo dello Stato, Sergio Mattarella. Seguira’ un momento di preghiera e di ricordo. “Il testamento, politico ed umano, di Piersanti – sottolinea il sindaco Nicolo’ Coppola – e’ attualissimo: lavorare per la collettivita’ e credere in quel che si fa senza alcun condizionamento. Sempre. Per questo la commemorazione in memoria di Piersanti non e’ un rituale, ma la precisa volonta’ di seguire il suo esempio di impegno civile mantenendo vivo, senza deviazioni o scorciatoie, il ricordo del percorso da lui tracciato”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY