Mafia

Mafia: dopo sequestro dei beni l’ira dei Riina, “aspettate… risorgeremo”

“Palazzolo aspetta e spera, tu e tutta la procura di Palermo che ti foraggia gli scoop prima che le cose accadono…”. Cosi’ scrive su Facebook Antonino Ciavarello, genero di Toto’ Riina di cui ha sposato la figlia Maria Concetta. Il riferimento e’ al giornalista di Repubblica Salvo Palazzolo, gia’ minacciato dalla mafia del Borgo Vecchio, e al recente sequestro del tesoretto del padrino, circa un milione e mezzo di euro, oltre ad aziende in Puglia. Nei 38 conti corrente sarebbero stati trovati pochi euro a fronte di impegni finanziari documentati, per cui non si smette di cercare. Per giorno 15 novembre il boss in videoconferenza, la moglie Ninetta Bagarella, i figli Maria Concetta, Salvatore e Lucia e lo stesso Ciavarello sono stati convocati davanti al giudice della Sezione misure di prevenzione per vederci piu’ chiaro. Nel frattempo si fa sotto il genero del capo dei capi che non ha digerito i sigilli apposti alla sua di ditta di sospensioni pneumatiche di San Pancrazio Salentino (Brindisi): “Avete sequestrato con ingiusta violenza la mia azienda, ma risorgero’ presto dalle mie ceneri come l’Araba Fenice, piu’ grande e piu’ forte di prima. Quello che avete fatto lo riceverete moltiplicato nove volte”.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top