Massoneria, ex Gran Maestro rivela: “Collusioni con mafia in Sicilia”

Redazione

Mafia

Massoneria, ex Gran Maestro rivela: “Collusioni con mafia in Sicilia”

di Redazione
Pubblicato il Gen 31, 2017
Massoneria, ex Gran Maestro rivela: “Collusioni con mafia in Sicilia”

“Ricordo una riunione a Palermo: credevo di trovarmi di fronte a tutti i fratelli e mi sentii dire dal numero uno della massoneria siciliana di non accettare l’invito del presidente del collegio regionale perche’ aveva a che fare con la mafia. Era un avvocato e avevo parlato con questa persona che mi era sembrata degna di ogni fiducia e rispetto”. Lo ha detto davanti alla Commissione parlamentare Antimafia, in una audizione a testimonianza, Giuliano Di Bernardo, gia’ Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia, entrato a 22 anni nella massoneria, dimessosi dal Goi nell’aprile 1993. “Mi dissi: c’e’ qualcosa che stride con i principi e la visione che mi sono sempre fatto della massoneria. Aprii un Osservatorio sulla Sicilia e proprio in quei mesi del 1990 il sindaco di Castelvetrano, Antonio Vaccarino, fu arrestato in quanto membro della mafia. Feci in modo che immediatamente fosse sospeso dal Goi. La verita’ e’ che le cose che avvengono nelle realta’ locali si vengono a sapere solo per caso anche se ci sono gli ispettori che dovrebbero controllare. Ma lo fanno?”. Il sindaco di Castelvetrano fu sospeso e mandato davanti a giustizia massonica. Ma secondo quanto ha riferito Di Bernardo, che qualcuno sia condannato dalla giustizia massonica “e’ un evento eccezionale”. “Stiamo assistendo oggi alla degenerazione della massoneria”, ha concluso l’ex Gran Maestro.


Dal Web


  • Mafia

    M5S, stasera i nomi dei candidati al Parlamento: chi corre in provincia di Agrigento

    Pubblicato il 21 01 2018

    Erano tre le preferenze che ciascun iscritto poteva esprimere nei confronti di un candidato. Un sistema sicuramente innovativo nel panorama democratico italiano che - però - ha presentato anche alcune problematiche “tecniche”: soprattutto nelle prime ore di mercoledì - primo giorno di votazion..

    Continua a Leggere

  • Mafia

    Porto Empedocle, secondo giorno di sciopero degli operatori ecologici

    Pubblicato il 21 01 2018

    Niente raccolta dei rifiuti a Porto Empedocle per il secondo giorno di fila: non c’è stata la fumata bianca dopo l’incontro - avvenuto nella mattinata di ieri - tra il primo cittadino Ida Carmina e i lavoratori che protestano per il ritardo nel pagamento degli stipendi. Secondo giorno di sciope..

    Continua a Leggere

  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361