Maxi sequestro di prodotti cinesi per un valore di 80 mila euro

Maxi sequestro di prodotti cinesi per un valore di 80 mila euro

0
SHARE

Oltre 14.000 capi di abbigliamento contraffatti sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Catania che ha denunciato un imprenditore cinese.
L’operazione ha consentito di individuare, nel centro storico del capoluogo etneo, un vero e proprio centro di stoccaggio e di distribuzione di merci di provenienza cinese, realizzato all’interno di un grande esercizio commerciale di oltre 1.000 mq.
Il titolare aveva ricavato, celato tra le scaffalature della merce, un locale “occulto” destinato allo stoccaggio dell’abbigliamento contraffatto e falso Made in Italy, utilizzato per consentire, prevalentemente ad ambulanti di origine extracomunitaria, la selezione e la successiva ordinazione dei prodotti destinati alla piccola distribuzione del falso.
Pantaloni, tute, magliette con i marchi delle migliori griffe nazionali e estere fedelmente riprodotte.
Al fine di eludere i controlli, era stato adottato un ulteriore stratagemma finalizzato a rendere, a prima vista, completamente anonima la merce contraffatta. I colli contenenti i capi di abbigliamento erano stati infatti predisposti in maniera tale che il capo contraffatto si trovasse, opportunamente confezionato, nascosto tra altri del tutto regolari.
Per completare il perfetto confezionamento della merce, inoltre, c’erano oltre 10.000 etichette contraffatte che, occultate in un cunicolo ricavato nel sottotetto dell’attività commerciale, rappresentavano il “tagliando di qualità” da apporre sui prodotti.
L’immissione sul mercato e la successiva vendita dei prodotti sequestrati avrebbe consentito di realizzare ricavi stimati in 80mila euro.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *