Maxi truffa all’Enel da 2 milioni di euro: vittime bar, negozi e...

Maxi truffa all’Enel da 2 milioni di euro: vittime bar, negozi e supermercati

0
SHARE

Un vorticoso giro di volture, cambio di fornitori ufficiali e passaggi di gestori allo scopo di non pagare la fornitura elettrica ma senza mai che questa si interrompesse. Tutto all’insaputa di gestori di vari esercizi commerciali di Palermo che pagavano, invece, regolarmente la propria fornitura elettrica sia pure a prezzi ‘scontati’

A scoprire la truffa che avrebbe fruttato ad una organizzata banda di palermitani ben 2 milioni di euro è stata la  Guardia di Finanza che ha fermato due persone ritenute a capo dell’organizzazione. L’indagine è stata coordinata dal procuratore aggiunto di Palermo, Dino Petralia, e dal pm Maria Teresa Maligno.

L’inchiesta nasce dalla denuncia di un piccolo imprenditore palermitano che ad un certo punto ha cominciato a sospettare che qualcosa non tornasse ed ha, così, consentito di svelare il meccanismo della presunta truffa. La banda si era munita di veri e proprio promoter che proponendosi come rappresentanti di imprese di energia del mercato libero alternative all’Enel, stipulavano contratti di fornitura elettrica con titolari di bar, pasticcerie, centri sportivi, artigiani e ristoranti, alcuni anche noti in città.

Gli indagati intascavano i soldi delle bollette regolarmente pagate che, poi, non versavano all’Enel, riuscendo a mantenere ininterrotta l’erogazione da parte del gestore grazie ad un complicato giro di volture che consentiva di riprendere, di volta in volta, e senza soluzione di continuità, la fornitura di energia.

All’inchiesta ha collaborato il personale dell’Enel sia tecnico che amministrativo e alcuni dei titolari degli esercizi commerciali . probabile che emergano altre forniture gestite in questo modo.

(blogsicilia.it)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *