Meteo, da domani cambia tutto: “Rischio grandine e tornado”. Allerta in Sicilia

Meteo, da domani cambia tutto: “Rischio grandine e tornado”. Allerta in Sicilia

0
SHARE

L‘anticiclone africano “Acheronte” ha le ore contate. Una bassa pressione atlantica, nelle prossime ore riuscirà ad entrare nel Mediterraneo portando temporali. Da domenica sera la bassa pressione inizierà a cambiare il tempo su Piemonte e Lombardia con molte nubi e temporali anche molto forti.

ALLERTA DA LUNEDì - Lunedì il centro depressionario si sposterà verso il mar Tirreno e allora i temporali saranno molto forti su Toscana, Lazio, Appennini e ancora sul Piemonte. Il tempo quindi peggiorerà fortemente anche al Sud con un calo termico generale al Centro-Sud e al Nordovest. Nel corso della prossima settimana, dopo lo spostamento della depressione verso il mar Ionio, la pressione tenderà ad aumentare temporaneamente riportando il caldo sull’Italia, ma da venerdì 14 il tempo è pronto a peggiorare nuovamente con temporali diffusi su gran parte d’Italia. Inizierà un periodo decisamente più fresco e instabile su gran parte delle regioni. Dopo il 20 agosto tornerà il caldo diffuso.

LE PREVISIONI 

LUNEDì 10 AGOSTO: Lunedì – avverte l’Aeronautica militare – nuvolosità diffusa al Nord, con piogge sparse e temporali, questi ultimi più probabili a ridosso delle Alpi, di Piemonte e Lombardia, lungo il bacino del Po e a ridosso dell’Appennino in Emilia Romagna, dove i fenomeni si faranno più frequenti nella seconda parte della giornata. Nuvolosità meno diffusa sull’Alto Veneto e sul Friuli Venezia Giulia, con scarsa probabilità di pioggia. Fenomeni che nella serata si faranno dapprima piu’ isolati e poi tenderanno a cessare lasciando il posto ad aperture.

Centro e Sardegna - Nuvolosità scarsa o variabile inizialmente, sia sull’isola che sul centro peninsulare, con successivo aumento delle nubi già nella mattinata e conseguente aumento delle probabilità di pioggia, che potrà arrivare anche nella forma di temporale, specie per le zone appenniniche comprese tra Toscana, Lazio e Umbria, per la Sardegna orientale e per le Marche settentrionali.

MARTEDì 11 AGOSTO - Accentuata instabilità al centro-sud, con nubi a tratti diffuse ed elevate probabilità di pioggia, specie nelle ore centrali della giornata e per le zone interne; tempo più stabile al Nord, pur con rischio di annuvolamenti e piovaschi nelle ore pomeridiane in area alpina. Temperature stazionarie al Nord e in diminuzione al centro-sud. Venti mediamente deboli sulla penisola e più sostenuti sulle isole maggiori. Mossi i mari esposti a ponente, poco mossi gli altri mari.

MERCOLEDI’ 12 AGOSTO - Persiste una elevata variabilità al centro-sud, con piogge più probabili per le regioni centrali adriatiche e per il meridione in generale; tempo più stabile e soleggiamento più diffuso per il settentrione. Temperature stazionarie, venti tendenzialmente settentrionali e mari tutti con moto ondoso poco consistente.

GIOVEDI’ 13 e VENERDI’ 14: Nuovo peggioramento per le regioni centro-settentrionali nella seconda parte della giornata di giovedì, in estensione anche al meridione per venerdì, con nubi diffuse e probabilità di pioggia generalmente piuttosto elevate.

L’ALLERTA

A preoccupare è soprattutto lo “stato” del mar Tirreno: le acque, infatti, hanno raggiunto picchi di 30 gradi. La “goccia fredda” in arrivo nei prossimi giorni sarà di “grande pericolosità”: transiterà sull’Italia da nord/ovest verso sud/est attraversando proprio il mar Tirreno, che è talmente tanto caldo da ricordare le acque tropicali. I contrasti termici potranno essere tali da provocare numerosi eventi estremi: non solo violenti temporali con bombe d’acqua ma anche grandinate e tornado. Massima allerta, quindi, in modo particolare su Calabria e Sicilia che saranno le due Regioni più colpite dal maltempo tra martedì, mercoledì e giovedì della prossima settimana.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *