Migrante di 18enne del Cara di Mineo fermato per l’omicidio dei coniugi...

Migrante di 18enne del Cara di Mineo fermato per l’omicidio dei coniugi di Palagonia

0
SHARE
Mamadou Kamara tra le vittime Vincenzo Solano e Mercedes Ibanez

Mamadou Kamara
Mamadou Kamara
E’ in stato di fermo, sospettato di aver ucciso la coppia di coniugi in un’abitazione di Palagonia, nel Catanese, il migrante ivoriano ospite del Cara di Mineo che questa mattina era stato trovato in possesso di un telefono cellulare rubato e con indosso abiti riconducibili a Vincenzo Solano, 68 anni, una delle vittime. E sui pantaloni indossati dall’ivoriano gli investigatori della Squadra mobile etnea hanno individuato tracce di sangue che apparterrebbero al pensionato, morto dissanguato dopo un profondo taglio alla gola, mentre la donna, Mercedes Ibanez, 70 anni, di origine spagnola, era stata trovata cadavere in strada, in corrispondenza del balcone di casa da dove si sospetta sia stata scaraventata dall’assassino. Si ipotizza che il duplice delitto sia maturato durante una rapina in casa. L’ivoriano di 18 anni fermato dalla polizia di Stato per l’omicidio dei coniugi di Palagonia si chiama Mamadou Kamara, ed è arrivato a Catania con uno sbarco avvenuto l’8 giugno scorso. Aveva chiesto di essere dichiarato profugo e per questo era ospite del Cara di Mineo. Aveva indossato i vestiti di Vincenzo Solano, dopo averlo ucciso, visto che i suoi erano macchiati di sangue. Il riconoscimento degli indumenti è stato fatto dalle figlie delle vittime. Secondo la tesi dell’accusa il movente è un tentativo di rapina andata a male. Il provvedimento è stato firmato dal procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *