Migranti, l’Aquarius verso la Spagna. Msf: “grazie ai sindaci che volevano accogliere i migranti a bordo”

Redazione

Politica

Migranti, l’Aquarius verso la Spagna. Msf: “grazie ai sindaci che volevano accogliere i migranti a bordo”

di Redazione
Pubblicato il Giu 11, 2018
Migranti, l’Aquarius verso la Spagna. Msf: “grazie ai sindaci che volevano accogliere i migranti a bordo”

 “L’Aquarius venga da noi, potrà attraccare a Valencia”. Cosi il premier socialista spagnolo Pedro Sanchez che annuncia a sorpresa la decisione di accogliere la nave Aquarius, lì dove l’Italia ha negato l’approdo nei suoi porti dopo essersi rimpallata la questione con Malta.

La decisione spagnola è stata subito accolta con favore dal commissario Europeo all’immigrazione, Dimitris Avramopoulos che l’ha definita “vera solidarietà messa in pratica” su Twitter: “Accolgo con favore la decisione del governo spagnolo di lasciar sbarcare l’Aquarius a Valencia per motivi umanitari. Questa è vera solidarietà messa in pratica, sia nei confronti dei disperati, sia nei confronti degli altri stati membri dell’Unione Europea”.
Naturalmente la scelta spagnola è stata accolta con favore dal premier italiano Giuseppe Conte che su Facebook scrive: “Le richieste dell’Italia cominciano ad essere ascoltate. Avevamo chiesto un’Europa più solidale e che il nostro Paese non fosse lasciato solo nella gestione dei flussi migratori. L’iniziativa della Spagna va proprio in questa direzione. È una svolta importante: da oggi l’Italia non è più sola. Ora continuiamo a lavorare per cambiare davvero il Regolamento di Dublino”. L’emergenza immigrazione, fa sapere, “sarà il primo punto che affronterò venerdì nel mio incontro con il Presidente Macron e lunedì prossimo con la Cancelliera Angela Merkel. Vogliamo portare a casa una riforma del Regolamento di Dublino più giusta ed equa per tutti”. 

La Spagna ha deciso di accogliere la nave Aquarius, che era stata assistita temporaneamente da due motovedette italiane. Le richieste dell'Italia cominciano ad essere ascoltate. Avevamo chiesto un’Europa più solidale e che il nostro Paese non fosse lasciato solo nella gestione dei flussi migratori. L’iniziativa della Spagna va proprio in questa direzione. Ringrazio i ministri Salvini e Toninelli, è grazie al loro lavoro se abbiamo raggiunto questo primo prezioso risultato. È una svolta importante: da oggi l’Italia non è più sola. Ora continuiamo a lavorare per cambiare davvero il Regolamento di Dublino. Questa sera ho convocato a Palazzo Chigi un vertice con i ministri competenti per affrontare il tema dell’emergenza immigrazione. E questo sarà il primo punto che affronterò venerdì nel mio incontro con il Presidente Macron e lunedì con la Cancelliera Merkel. Vogliamo portare a casa una riforma del Regolamento di Dublino davvero più giusta ed equa per tutti.

Publiée par Giuseppe Conte sur lundi 11 juin 2018

Nel frattempo Medici senza frontiere che sono a bordo della nave hanno  inviato una lettera di ringraziamento ai sindaci di Napoli Luigi De Magistris, di Palermo Leoluca Orlando, a Renato Accorinti, di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, di Livorno Fulippo Nogarin e di Taranto Rinaldo Melucci “per la disponibilità ad accogliere la nave Aquarius” con 629 migranti a bordo: “Per noi un’importante manifestazione di solidarietà. Grazie!”.

Ecco il testo della lettera inviata ai sindaci da Claudia Lodesani, presidente di Msf: “Scrivo a nome di medici senza frontiere per ringraziarla personalmente della manifestata disponibilità ad accogliere la nave Aquarius e i suoi 629 ospiti nella sua città. Pur consapevoli del fatto che ostacoli tecnico-legali impediscono la risoluzione della vicenda in tal senso, sentiamo il suo invito come un incoraggiamento e un’importante manifestazione di vicinanza e solidarietà”. “Persistiamo nella speranza – conclude la missiva – che la tutela della vita delle persone a bordo rappresenti l’unica priorità nella ricerca di una soluzione a questa preoccupante situazione”.

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361