Minacce per acquisto di una villa all’asta, arrestato terzo complice

Redazione

Ultime Notizie

Minacce per acquisto di una villa all’asta, arrestato terzo complice

di Redazione
Pubblicato il Set 26, 2017
Minacce per acquisto di una villa all’asta, arrestato terzo complice

Estorsione e turbata gara nel pubblico incanto in concorso. Con questa accusa i carabinieri della Compagnia di Alcamo (Trapani), hanno arrestato Pietro Pace, 39 anni, originario di Castellammare del Golfo ma di fatto trasferitosi in Germania. Il 39enne è figlio di Giuseppe Pace, finito in manette la scorsa settimana insieme all’altro figlio, Costantino. Secondo gli investigatori anche Pietro Pace si sarebbe reso responsabile delle minacce rivolte a una donna di Castellammare del Golfo e al figlio ‘rei’ di essersi aggiudicati all’asta la villetta già di proprietà della famiglia Pace. Le indagini sono scattate dopo la denuncia della vittima che ha trovato vicino casa 8 cartucce per un fucile da caccia. Costantino Pace avrebbe addirittura pianificato, insieme ad altre persone, il rapimento del figlio 35enne della donna. L’obiettivo era costringere la madre a rinunciare all’acquisto della casa. Pietro Pace, rientrato in Italia sabato scorso, è stato arrestato e condotto nel carcere di Trapani.


Dal Web


  • Ultime Notizie

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Ultime Notizie

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Ultime Notizie

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Ultime Notizie

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361