Ministro Alfano: “Agrigento capitale della pace del Mediterraneo”

Redazione

Agrigento

Ministro Alfano: “Agrigento capitale della pace del Mediterraneo”

di Redazione
Pubblicato il Lug 7, 2017
Ministro Alfano: “Agrigento capitale della pace del Mediterraneo”

di Irene Milisenda
“Agrigento è stata scelta, come sede del primo forum economico italo-libico, al di là dello ‘ius soli’ mio personale, perché  credo che la Città del Tempio della Concordia, la citta’ della pace, la citta’ che guarda direttamente a questo mare, la città che è il capoluogo della provincia di Lampedusa, deve essere la capitale del Mediterraneo sul tema della pace. Pace che non passa solo per il dialogo politico, ma anche per il dialogo economico”.

Lo ha detto il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, durante la presentazione, in Prefettura ad Agrigento, del primo Forum economico italo-libico. “L’idea è nata pochi mesi fa durante un mio incontro in Libia – ha rivelato Alfano – sarà presente qui, ad Agrigento, il vice presidente del Consiglio presidenziale libico. Nonostante tutte le difficoltà, la capitale libica è una città viva dove c’è tanta domanda di imprese italiane e dunque l’obiettivo del forum è quello di avviare una riflessione approfondita, condivisa con il settore privato, sulle prospettive che si apriranno nel mercato libico per le imprese italiane, una volta ristabilite le necessarie condizioni di sicurezza, nonchè – ha osservato il ministro – sul futuro posizionamento del sistema economico italiano in Libia”.

Alfano in prefettura ha incontrato la stampa spiegando il motivo di questa due giorni dedicati al forum libico.


Alfano spiega: “Si tratta di avviare una riflessione approfondita, condivisa con il settore privato, sulle prospettive che si apriranno nel mercato libico per le imprese italiane, una volta ristabilite le necessarie condizioni di sicurezza e, quindi, sul futuro posizionamento del sistema economico italiano in Libia. La Libia costituisce storicamente un partner d’eccezione per l’Italia, non solo sul piano politico e della sicurezza, ma anche su quello economico”.

E si è soffermato su 3 punti: l’importanza per la Sicilia e per Agrigento che ospita un evento così importante per lo sviluppo del territorio; l’importanza dei rapporti tra la Sicilia e la Libia, dopo Gheddafi, e il dialogo con il governo di Asseraih

Per ultimo, l’importanza delle 100 aziende italiane che tessono questi rapporti con la Libia rafforzando e puntando quello che è il valore economico.


Dal Web


  • Agrigento

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Agrigento

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361