Musumeci in visita a Lampedusa: “Ignobili speculazioni sulla pelle degli immigrati” (ft e vd)

Redazione

PRIMO PIANO

Musumeci in visita a Lampedusa: “Ignobili speculazioni sulla pelle degli immigrati” (ft e vd)

di Redazione
Pubblicato il Lug 11, 2018
Musumeci in visita a Lampedusa: “Ignobili speculazioni sulla pelle degli immigrati” (ft e vd)

Isola di sbarchi di migranti, lembo di terra italiana potenziale approdo di disperati in fuga verso il sogno europeo, isola dell’accoglienza e di problemi oggettivi che riguardano la vivibilità della comunità come i rifiuti, i trasporti e le opere infrastrutturarie connesse: sono stati questi gli argomenti al centro dell’incontro durato oltre un’ora nel palazzo di città di Lampedusa tra il sindaco Totoò Martello e il presidente della Regione Nello Musumeci.

“Ho voluto compiere personalmente questa visita a Lampedusa – ha detto Musumeci al termine – che è la prima di una serie di incontri con la comunità di tutte le isole minori. Abbiamo affrontato i temi di maggiore rilevanza partendo dal ciclo dei rifiuti per arrivare alla sicurezza dei porti. Bisogna recuperare alcuni progetti che erano stati annunciati dall’amministrazione regionale negli anni passati e dei quali non si è più conosciuta la sorte, dobbiamo potenziare il turismo attraverso una campagna di valorizzazione”.

 “Abbiamo accolto – ha proseguito Musumeci – anche l’urgenza di alcuni problemi a Linosa e non vorrei che il sentimento della rassegnazione predominante in queste due realtà. Lampedusa e Linosa invece hanno tantissime carte da giocare e noi abbiamo assegnato una delega alle isole minori all’assessore Bernardette Grasso che a settembre incontrerà i sindaci di tutte le isole”. “Tra 8 giorni – ha concluso – andrò ad Ustica per adottare in quella terra una delibera quadro con tre, quattro iniziative finalizzate appunto alla specificità dei problemi delle isole”.

Infine Musumeci punta a far entrare l’aeroporto di Lampedusa nel piano che prevede la creazione di una società unica di gestione che il governo regionale immagina per gli scali della Sicilia occidentale.

Musumeci, in visita nell’isola, in occasione della terza edizione di “Lampedus’amore”, una tre giorni dedicata alla giornalista Cristiana Matano, corrispondente del Giornale di Sicilia, prematuramente scomparsa, ha anche aggiunto: ”Lampedusa è stata ed è il simbolo della sofferenza e dell’accoglienza, nonostante al momento i porti siano chiusi. Quella dei migranti, però, è una tematica che va affrontata e risolta non solo dall’Italia’. Noi dobbiamo porre fine alle ignobili speculazioni che alcuni nostri conterranei in Sicilia hanno fatto sulla pelle di questi disperato. Ecco in Sicilia l’industria dell’immigrato ha fatto tante fortune adesso speriamo di poter porre fine a questo mercato. Dopodiché bisogna capire cosa farà l’Europa”.

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04