Neonato morto per asfissia: assolta la ginecoloca dell’ospedale

Neonato morto per asfissia: assolta la ginecoloca dell’ospedale

140 views
0
SHARE

Il tribunale ha assolto la ginecologa Giuseppina Brancato dall’accusa di omicidio colposo perchè il fatto non sussiste. La Brancato era rimasta coinvolta in una vicenda che vide la morte di un neonato avvenuta per asfissia dopo che la madre partorì con l’intervento cesareo presso l’ospedale Barone Lombardo di Canicattì. Secondo l’accusa la ginecoloca aveva omesso di ricoverare la donna che prima di partorire si era presentata in ospedale sostenendo di avere delle perdite. Dopo i controlli di rito fu rimandata a casa perché gli esami avrebbero escluso complicazioni. Qualche ora dopo la donna torna in ospedale, un altro medico di turno dispone l’immediato parto cesareo e il bimbo muore per asfissia.La richiesta del pm Fiore era di un anno di carcere.  Secondo la difesa invece “La ginecologa  ha perfettamente seguito il protocollo. Dal tracciato e dalle analisi non emergeva alcun segnale di allarme. Anche i consulenti della Procura – ha aggiunto il legale – lo hanno riferito in aula senza alcuna esitazione”. Ora la sentenza di assoluzione da parte del giudice che non ravvede responsabilità da parte del medico e che chiude una vicenda accaduta nel giugno del 2013.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *