IN EVIDENZA

Omicidio allo Zen: due condanne a trent’anni

Franco Mazzè, la vittima

Franco Mazzè, la vittima

Il Gup Guglielmo Nicastro ha condannato a trent’anni ciascuno Fabio Chianchiano e Stefano Biondo per l’omicidio di Franco Mazze’, il pregiudicato ucciso allo Zen nel marzo del 2015.

Per favoreggiamento sono stati condannati Rosario Sgarlata (2 anni) e Claudio Viviano (un anno e 4 mesi). La moglie e i due figli minorenni della vittima si erano costituti parte civile al processo. Trasmessi gli atti alla Procura per valutare l’ipotesi di falsa testimonianza da contestare al venditore ambulante Pasquale Romito.

Il movente dell’omicidio, secondo il pm Ferrara, sarebbe frutto di vecchi dissapori sfociati nella lite in un bar fra Chianchiano e uno dei fratelli Mazze’ e poi all’agguato. Il bilancio poteva essere piu’ pesante. Biondo e Chianchiano, infatti, oltre ad essere accusati di omicidio e detenzione illegale di armi, erano imputati anche per avere sparato contro l’abitazione di Michele Moceo, un amico di Mazze’, che sarebbe stato il secondo obiettivo del commando.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top