Omicidio di Pordenone: insulti a Teresa Costanza incisi nell’ascensore

Omicidio di Pordenone: insulti a Teresa Costanza incisi nell’ascensore

0
SHARE
Teresa Costanza, ragazza immagine col nome di Greta, che balla sul cubo

Continuano senza sosta le indagini sul duplice omicidio di Pordenone che il 17 marzo scorso è costato la vita ai fidanzati Trifone Ragone e Teresa Costanza, uccisi con 5 colpi di pistola sparati a bruciapelo, mentre stavano seduti nella loro auto, ancora a motore spento, nel parcheggio del Palazzetto dello Sport.  Finora non ci sono indagati nell’inchiesta. Gli inquirenti hanno già sentito 250 testimoni come ‘persone informate sui fatti’, tra Friuli, Milano e Puglia, quest’ultima regione di provenienza di Trifone.  Inoltre, dalle perquisizioni fatte nell’abitazione dei fidanzati, in via Chioggia a Pordenone, sarebbero state identificate delle inquietanti minacceindirizzate a Teresa Costanza. Frasi offensive ed intimidatorie incise con un punteruolo nella parete metallica dell’ascensore. (tratto da urbanpost.it)

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY