Omicidio in villa: i dubbi erano già emersi ieri

Omicidio in villa: i dubbi erano già emersi ieri

310 views
0
SHARE
La villetta teatro dell'omicidio

C’erano dei dubbi che erano emersi ieri sulla dinamica della presunta rapina in villa con omicidio commessa a Biancavilla. Delle piccole incongruenze che andavano approfondite, come hanno fatto i carabinieri del comando provinciale di CATANIA e della compagnia di Paterno’. Nella notte e’ emersa la verita': e’ stata Vincenzina Ingrassia, 64 anni, a uccidere a colpi di ceppo in testa il marito, Alfio Longo, 67 anni, ex elettricista in pensione, perche’, avrebbe confessato alla Procura, stanca della sue violenze. La donna e’ stata fermata per omicidio. E gia’ ieri si parlava di ‘gialli’. La coppia, per esempio, aveva la passione per i cani, anche quelli randagi, che accudiva nella loro villa. Eppure la notte della tragedia nessuno nella zona li ha sentiti abbaiare. “Strano – ha commentato un vicino – si fanno sentire spesso e anche da lontano”. Un altro dubbio che avevano gli investigatori era la scelta dell’obiettivo da parte dei rapinatori: una villetta di lavoratori, ma non di persone ricche. In una zona, hanno raccontato i vicini, che “e’ stata sempre tranquilla”. E infine anche il bottino: poche centinaia di euro e, soprattutto due anelli dell’uomo, compresa la fede nuziale della vittima, e non quella della moglie. Un particolare quest’ultimo che oggi ha un’altra chiave di lettura: non una rapina, ma una separazione violenta con omicidio.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *