Omicidio Loris, Veronica: “Sarò punita ma deve pagare anche mio suocero”

Omicidio Loris, Veronica: “Sarò punita ma deve pagare anche mio suocero”

0
SHARE
Veronica Panarello in una recente foto

Dice che vuole essere punita, “ma per quello che ho commesso. Se ci sono responsabilita’ mie paghero’, ma con me deve pagare l’autore materiale del delitto, mio suocero Andrea Stival”. Parole di Veronica Panarello, secondo quanto riferisce il legale Francesco Villardita, al termine dell’udienza davanti al Gup Andrea Reale, per l’omicidio del piccolo Loris. La donna stamane ha reso dichiarazioni spontanee, continuando a sostenere la colpevolezza del suocero: “Mi ha chiesto di legargli i polsi”, poi una telefonata e una volta tornata nella stanza, ha trovato Andrea Stival e il piccolo con un cavo usb stretto al collo. “La mia assistita – prosegue Villardita – ha raccontato il modo in cui il suocero sarebbe salito in macchina, dove si e’ posizionato, dove e’ stato preso e come si e’ verificato l’omicidio, indicato nuovamente senza remore il responsabile materiale del delitto nel suocero Andrea Stival”. Avanzata nuovamente la richiesta di confronto: “Ha detto che il confronto le e’ stato negato e che e’ atto dirimente poterlo sostenere. Non e’ possibile tecnicamente presentare una richiesta formale, ma in sede di discussione diro’ al giudice che questo processo senza confronto rimane monco e sara’ il giudice che potra’ anche uscire dalla camera di consiglio con una ordinanza per ammettere il confronto, invece che con una sentenza”. L’avvocato Daniele Scrofani, legale di Davide Stival, padre del piccolo, commenta: “Non ha fornito elementi individualizzanti rispetto alla responsabilita’ del suocero. Ha aggiunto ‘se non posso dimostrare che non ero sola cio’ non significa che non lo fossi’. Udienza tranquilla, non era sottoposta ad esame, nessun pathos particolare”. “Voglio giustizia per mio nipote”, aveva affermato fuori dall’aula il suocero di Veronica, quasi un grido con cui spazzare via le accuse rivoltegli dalla donna. Prossime udienze fissate per il 3, 5 e 7 ottobre.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY