Omicidio Teresa e Trifone: “Ruotolo era appostato da tempo per ucciderli”

Omicidio Teresa e Trifone: “Ruotolo era appostato da tempo per ucciderli”

0
SHARE
Teresa e Trifone e neil riquadro Giosuè Ruotolo

“Ruotolo era in appostamento al palazzetto per un omicidio ideato da tempo. Trifone e Teresa erano con ogni probabilita’ ‘attenzionati’ sin dal pomeriggio”. Lo sostiene l’avv. Nicodemo Gentile, legale di Gianni Ragone, fratello di Trifone, ucciso insieme con la fidanzata, Teresa Costanza, il 17 marzo 2015 nel parcheggio della palestra di Pordenone, citando “fonti testimoniali attendibili che riferiscono della presenza di una Audi A3 grigia, con a bordo un uomo, in sosta a poca distanza dalla macchina di Trifone, gia’ verso le 19,20 del 17 marzo. In una nota il legale sostiene dunque che “a Ruotolo andrebbe contestato anche il reato di stalking” e che “non restano dubbi sulla premeditazione”. Il delitto “puo’ essere stato compiuto soltanto da chi serbava un rancore feroce e mai sopito”. Trifone, al contrario, secondo l’avv. Gentile, “non era un facinoroso e non ha mai avuto screzi con alcuno fuorche’ con il Ruotolo che, invece, da callido mentitore, come tutti gli stalker, li ha sempre negati”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *