Reperti archeologici rubati in vendita su internet: denunciato un ristoratore

Reperti archeologici rubati in vendita su internet: denunciato un ristoratore

0
SHARE

Reperti archeologici in vendita sul web. Accade a RAGUSA, dove i carabinieri hanno denunciato per ricettazione un noto ristoratore del luogo. Durante una perquisizione domiciliare disposta dalla Procura iblea i militari della sezione Tutela patrimonio culturale di Siracusa, insieme ai colleghi della Compagnia di RAGUSA, hanno sequestrato 99 monete in argento e bronzo e 16 reperti di varia tipologia (fibule, anelli, orecchini, coppette in ceramica acroma, lucerne in ceramica). I reperti, di epoca greca e romana, erano stati messi in vendita on line dal 48enne, nella cui abitazione sono stati trovati anche un metal detector e vari attrezzi utilizzati per ricerche e scavi clandestini. L’ipotesi degli investigatori è che i reperti trovati siano provento di attività di ricerca archeologica clandestina. Gli accertamenti proseguiranno per individuare il luogo di provenienza dei beni recuperati. Il 48enne è stato trovato in possesso di un grammo e mezzo di hashish e un grammo di marijuana ed è stato segnalato al prefetto di RAGUSA quale assuntore di sostanze stupefacenti.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *