Agrigento

Operaio morto in un cantiere agrigentino: “simularono incidente per nascondere verità”, in 5 a processo

Il Gup del Tribunale di Agrigento, Alfonso Malato, ieri pomeriggio, ha rinviato giudizio, accogliendo le richieste della Procura della Repubblica, cinque persone coinvolte nell’indagine sull’incidente mortale di Gioacchino Bordonaro, 52 anni, di Canicattì.

Il sinistro, avvenuto nel giugno del 2014, secondo l’accusa, avvenne in un cantiere dove l’uomo pare stesse lavorando in nero, per la realizzazione di un soffitto, e non travolto da un furgone mentre il malcapitato raccoglie erbacce, come asserito dagli imputati.

Bordonaro sarebbe caduto proprio dal tetto su cui stava lavorando.

Le persone rinviate a giudizio sono nello specifico: Antonio Ferraro, 53 anni, Maria Grazia Cuva, 52 anni, Roberto, Lauricella Donisi, 47 anni, Giovanni Garlisi, 36 anni  e Gioacchino Caracciolo, 40 anni, tutti di Canicattì.

Le accuse, a vario titolo, nei confronti degli imputati vanno dall’omicidio colposo, alla simulazione di reato, al favoreggiamento personale, abusivismo edilizio e violazione della normativa in materia di sicurezza.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top